Giorno di festa

(J.Tati, Jour de fête 1949)

Nel piccolo paese di Follainville un postino osserva i preparativi della festa annuale. Dopo aver visto un documentario sull'efficienza delle poste americane, il protagonista decide di consegnare le lettere ed i pacchi come negli Stati Uniti. Tra inseguimenti, burle dei compaesani ed altre disavventure, il postino giunge alla conclusione che la precisione americana non si adatta alla campagna francese.

Presentato alla Mostra di Venezia nel 1949 e premiato per la miglior sceneggiatura, Giorno di festa racchiude tutti i temi più importanti della filmografia di Tati: il gusto per l'assurdo, la goffaggine fisica dei personaggi. La comicità che ne scaturisce smaschera i comportamenti abitudinari dell'uomo ed i controsensi della società francese.

 

umbraco.MacroEngines.DynamicXml